· 

IL MASSAGGIO DECONTRATTURANTE: COS'È' E A COSA SERVE

Quando si hanno tensioni oppure dolori muscolari che non si riescono a ad alleviare con i massaggio svedese tradizionale, allora potrebbe essere utile provare con i massaggi decontratturanti.
Sostanzialmente, si tratta di una tipologia di massaggi che vengono praticati eseguendo una forte pressione sulla zona del corpo in cui si avverte dolore, quindi questo può portare a provare un poco di sofferenza (davvero minima) che però come ricompensa apporta dei benefici sul lungo termine.

Cosa sono i massaggi decontratturanti

Quando parliamo di massaggi decontratturanti nello specifico parliamo di massaggi profondi del tessuto, i quali intervengono su un problema ben specifico come ad esempio la riabilitazione e il trattamento delle lesioni croniche, dove i risultati si rivelano molto apprezzabili quando queste sono dovute all'utilizzo prolungato di un determinato arto.
La tecnica utilizzata di per sé non si differenzia molto dal classico massaggio svedese, solo che in questo caso il ritmo è meno veloce e la pressione viene impiegata con un rigore parecchio maggiore, che come abbiamo già accennato può causare un minimo di dolore comunque sopportabile.
Generalmente, a causare dolore e infiammazione, sono le fasce di tessuto rigido che implicano la compromissione della circolazione nel tessuto dei muscoli, andando di conseguenza a rendere difficoltosi i movimenti.
Quindi, per eliminare queste aderenze il massaggio può essere eseguito impiegando l'uso delle nocche, delle mani, degli avambracci, dei polpastrelli oppure dei gomiti.

Su quali problemi interviene

I problemi curabili grazie ai massaggi decontratturanti sono davvero molteplici, in quanto grazie a questa tecnica è possibile intervenire e curare:

  • Gli spasmi muscolari dei glutei

  • La sciatica (o meglio quella condizione dolorosa conosciuta con il nome di sciatalgia)

  • La sindrome del gomito del tennista

  • La sindrome del tunnel carpale

  • Le lesioni da sforzo ripetuto

  • Il colpo di frusta

  • Gli spasmi dei tendini posteriori del ginocchio

  • Gli spasmi dei quadricipiti

  • Lesioni dovute a cadute oppure ad attività sportive

Un massaggio del tessuto profondo occorre farlo quando si presenta un problema alle gambe, si avverte un fastidio alle spalle, se ci accorge di avere la schiena irrigidita, si ha un dolore lombare oppure per curare i tendini.
Inoltre apporta anche dei benefici alla fascia e i legamenti, perché lo strato altro non è che una protezione per le ossa, le articolazioni, i muscoli

e i tessuti.

 

PRENOTA ORA IL TUO MASSAGGIO DI BENVENUTO A SOLI 15€!!

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Lorenzo Pavesi (mercoledì, 21 ottobre 2020 14:49)

    Cortesia e professionalità della Sig.ra Ester